Normativa - CPIA Salerno - Centro Provinciale Istruzione Adulti Salerno

Centro Provinciale Istruzione Adulti
CPIA SALERNO
Vai ai contenuti

Normativa

Chi siamo



Progetto EduFinCPIA       Estensione a tutti gli Uffici Scolastici Regionali   LINEE_GUIDA

DM 851 CPIA-sezioni carcerarie, riparto fondi  
Risorse per ciascuna regione

accordi da novellare e adempimenti da compiere. Indicazioni Miur

Iscrizioni ai percorsi di istruzione per gli adulti a.s. 2017/2018. Circolare n. 4 del 21.03.2017

CPIA, rilevazione dati funzionamento entro il 10 marzo

Nota MIUR 16 giugno 2015, Prot. 5444
Regolare avvio dei CPIA per l’Anno Scolastico 2015/2016 come delineato dal DPR 263/12.

Chiarimenti in merito ai candidati esterni agli esami di Stato del II ciclo per l’A.S. 2014/15.

Linee Guida per il passaggio al nuovo ordinamento a sostegno dell’autonomia organizzativa e didattica dei Centri provinciali per l’istruzione degli adulti

Indicazioni sui termini di iscrizione ai corsi di istruzione per gli adulti - A.S. 2015/2016

Istruzioni a carattere transitorio A.S. 2014-2015 sullo svolgimento dell'Esame di Stato conclusivo dei percorsi di istruzione degli adulti di primo livello - primo periodo didattico

Indicazioni per la costituzione degli Organi Collegiali
Incontro sulle politiche per l'educazione degli adulti <br />Napoli, 5/11/2014
Indicazioni per le iscrizioni ai percorsi di istruzione per gli adulti A.S. 2014/2015.

Indicazioni per la realizzazione dei progetti assistiti a livello nazionale e per l’attuazione del nuovo assetto  
organizzativo e didattico dei Centri d’Istruzione per gli Adulti (CPIA).   

Avvio dei progetti assistiti a livello nazionale per l'attuazione del nuovo assetto organizzativo e didattico dei Centri d'Istruzione per gli Adulti (CPIA).

Individuazione e validazione degli apprendimenti non formali e informali per la certificazione delle competenze, a norma dell'articolo 4, commi 58 e 68, della legge 28 giugno 2012, n. 92.

Individuazione di criteri generali per la realizzazione di reti territoriali ai sensi dell’articolo 4, comma 51 e 55, della legge 28 giugno 2012, n. 92.


Regolamento recante norme generali per la ridefinizione dell'assetto organizzativo didattico dei Centri d'Istruzione per gli Adulti (CPIA), ivi compresi i Corsi serali, convertiti in Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti.

Definizione dei fondamenti dell’apprendimento permanente; istituzione di reti territoriali di servizi di istruzione, formazione e lavoro; predisposizione di un sistema pubblico nazionale di certificazione delle competenze.

Trasformazione dei Centri Territoriali Permanenti (CTP) e dei Corsi serali in Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti (CPIA) con conferimento di autonomia.

Riorganizzazione dei Centri Territoriali Permanenti per L’Educazione Degli Adulti e dei Corsi serali su base provinciale, articolati in reti territoriali e ridenominati “Centri provinciali per l’istruzione degli adulti”. Ad essi è attribuita autonomia amministrativa, organizzativa e didattica.

Regolamento recante norme in materia di adempimento dell’obbligo di istruzione.

La scuola in carcere


Al termine del 1° ciclo, si può assolvere l’obbligo di istruzione sia nei percorsi di istruzione quinquennale, sia nei percorsi di istruzione e formazione professionale triennali o quadriennali (leFP). Al termine dei primi due anni, inoltre, viene rilasciato - su richiesta dello studente - il certificato delle competenze di base acquisite nell’assolvimento dell’obbligo di istruzione.

Il sistema di istruzione e formazione professionale (IeFP) si articola in percorsi di durata triennale e quadriennale, finalizzati al conseguimento – rispettivamente – di qualifiche e diplomi professionali.

I corsi IFTS sono destinati a giovani e ad adulti, occupati e disoccupati, che dopo il conseguimento del diploma intendono specializzarsi. I corsi hanno una durata variabile da 2 a 4 semestri.
Al termine, viene rilasciato un certificato di specializzazione valido su tutto il territorio nazionale con l'indicazione dei crediti formativi acquisiti.


Modalità di svolgimento del test di conoscenza della lingua italiana da parte dei richiedenti il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo

Sancisce la collaborazione Inter istituzionale per dare attuazione al DM 04/2010

Indicazioni tecnico-operative per la definizione dei contenuti delle prove che compongono il test, criteri di assegnazione del punteggio e durata del test


Trasmissione Vademecum per la definizione dei contenuti delle prove che compongono il test, criteri di assegnazione del punteggio e durata del test”.

Aggiornamenti sulle modalità di svolgimento del test di conoscenza della lingua italiana

A cura degli Enti certificatori dell'italiano L2

Regolamenta i criteri e le modalità per la sottoscrizione dell’accordo di integrazione tra il cittadino straniero con età superiore ai sedici anni che fa ingresso per la prima volta nel territorio nazionale e lo stato.

Indicazioni per l’articolazione dei livelli A1 e A2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue in competenze, conoscenze e abilità.

Aggiornamenti sulle modalità di svolgimento del test di conoscenza della lingua italiana

Adempimenti previsti dal DPR 179/2011 relativi alle sessioni di formazione civica e di informazione e ai test per l'assegnazione di crediti relativi alla conoscenza della lingua italiana, della cultura civica e della vita civile in Italia

Indicazioni operative  in materia di integrazione degli stranieri

Istruzioni operative per l’applicazione dell’Accordo di integrazione (DPR 14 settembre 2011, n.179) con particolare riguardo alla disciplina contenuta nell’Accordo Quadro siglato tra il Ministero dell’Interno ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in data 7 agosto 2012.
Sono allegati l’Accordo Quadro del 7 agosto 2012, una bozza del Protocollo d’intesa ed un prospetto con i correlati standard di costo.

Definizione delle Linee guida per la progettazione della sessione di formazione civica e di informazione

Linee guida per la formazione civica

Ulteriori chiarimenti riguardo lo svolgimento delle sessioni di formazione civica

Test di conoscenza della lingua italiana - Novità procedurali e monitoraggio anno 2013








CPIA Salerno

Sede amministrativa:
Via Monticelli  – 84131 Fuorni  SALERNO
Tel:  089.771692

Codice Meccanografico  SAMM33800D
Codice Fiscale 95156800658
Codice Univoco  UFW601

Webmaster e Responsabile sito: prof.ssa Patrizia BRUNO
webmastercpiasalerno@gmail.com
Torna ai contenuti